La ditta Bodoira Serramenti S.r.l. grazie alle certificazioni ed alle competenze proprie effettua tutti i lavori nel pieno rispetto delle normative vigenti...

 

SOSTITUZIONE MANIGLIONI ANTIPANICO SPROVVISTI DI MARCATURA CE.

Il D.M. del 3/11/2004 concernente le “disposizioni relative all’installazione ed alla manutenzione dei dispositivi per l’apertura delle porte installate lungo le vie di esodo, relativamente alla sicurezza in caso di incendio” stabilisce che i dispositivi non muniti di marcatura CE già installati devono essere sostituiti entro 6 anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.
Pertanto tutte le aziende la cui attività rientra negli obblighi di prevenzione incendi che non hanno SOSTITUITO i maniglioni antipanico sprovvisti di marcatura CE, dovranno provvedervi in maniera improrogabile entro e non oltre il 12 Febbraio 2011 come previsto dal già citato decreto. Al fine di garantire una pronta assistenza ed un aggiornamento dei prodotti in conformità a quanto stabilito al decreto di cui sopra, offriamo la nostra disponibilità a tutti gli operatori per informazioni riguardanti tali prodotti.


MESSA IN SICUREZZA SUPERFICI VETRATE - NORMA UNI 7697/2007 VERIFICA SPESSORI VETRI E LORO CENSIMENTO CON APPARECCHIATURA LASER.

La sicurezza nelle superfici vetrate è definita dalla Norma UNI 7697/2007 che fornisce i criteri di scelta dei vetri da usarsi, sia in esterni, che in interni, in modo che sia assicurata la rispondenza fra prestazioni de vetri e requisiti necessari per garantire la sicurezza dell’utenza.
In particolare la Norma UNI 7697 ha lo scopo di guidare nella scelta oculata dei vetri rispondenti alle prestazioni che ad essi vengono richiesti in particolare:

  • Vetri esterni per asili, scuole, ospedali con l’impiego esclusivo di vetri stratificati
  • Vetri interni per asili, scuole ospedali con l’impiego esclusivo di vetri stratificati omologati antiferita
  • Vetri per arredi per asili, scuole, ospedali con l’impiego di vetri stratificati omologati antiferita o di vetri temprati
  • In ambienti aperti al pubblico ed adibiti ad attività sportive con l’impiego esclusivo di vetri stratificati omologati anticaduta

Recentemente l’A.S.L. territoriale si sta muovendo in tal senso verificando che gli enti pubblici si stiano adeguando alla Norma anzidetta.

La scrivente ditta avendo acquisito l’attestazione per la posa di pellicole di sicurezza, al fine di garantire il rispetto della norma anzidetta, offre la propria disponibilità per la fornitura e posa in opera di pellicole di sicurezza. Pertanto si rende disponibile alla misurazione delle caratteristiche tecniche dei vetri con l’impiego di una apparecchiatura elettronica, rilasciando idonea dichiarazione scritta relativa alla misurazione dello spessore dei vetri, delle eventuali pellicole e delle canaline distanziatrici.


INFORMATIVA SAC1 – “SISTEMA DI ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA’” RISERVATO ALLE “PORTE SULLE VIE DI ESODO PER LA NORMA DEL PRODOTTO EN 1351-1.

Dal 1° febbraio 2010 è entrata in vigore la norma di prodotto EN 14351-1 valida per la marcatura CE di serramenti e porte.
Per le porte esterne pedonali senza caratteristiche di resistenza al fuoco e/o tenuta al fumo, designate come porte sulle vie di esodo che rientrano all’interno dei piani di emergenza ed evacuazione, vista la criticità della situazione, è richiesto un sistema di certificazione maggiormente restrittivo, ovvero il sistema di attestazione della conformità 1 (SAC1).
La porta destinata alla via di esodo, oltre a TUTTI gli accessori marcati CE, l’intero serramento deve essere corredato dal SUO CERTIFICATO DI CONFORMITA’ CE DEL PRODOTTO rilasciato da Organismo Abilitato (con controllo annuale del prodotto).

 La scrivente ditta avendo acquisito dal 03/06/2013 il CERTIFICATO DI CONFORMITA’ CE 1372-CPD-1660 rilasciato da Organismo Abilitato “TECNO PIEMONTE S.p.A.” per “porte su via di fuga con maniglione antipanico”, offre la propria disponibilità per la fornitura e posa in opera del prodotto certificato.


ATTESTAZIONE DELLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI (APE 2015)

Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico contenente nuove linee guida nazionali per l’Attestazione della Prestazione Energetica degli edifici (APE 2015). Il nuovo modello di APE, uguale per tutto il territorio nazionale, offre al cittadino, alle Amministrazioni e agli operatori maggiori informazioni riguardo l’efficienza dell’edificio e degli impianti, consentendo un più facile confronto della qualità energetica di unità immobiliari differenti e orientando il mercato verso edifici con migliore qualità energetica.


SCHEMI E MODALITÀ DI RIFERIMENTO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI PROGETTO AI FINI DELL'APPLICAZIONE DELLE PRESCRIZIONI E DEI REQUISITI MINIMI DI PRESTAZIONE ENERGETICE NEGLI EDIFICI

Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che fornisce schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell’applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici. Gli schemi sono stati predisposti in funzione delle diverse tipologie di intervento edilizio (nuova costruzione, ristrutturazione importante, riqualificazione energetica).


APPLICAZIONE DELLE METODOLOGIE DI CALCOLO DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE E DEFINIZIONI DELLE PRESCRIZIONI E DEI REQUISITI MINIMI DEGLI EDIFICI

Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di particolare interesse per il settore della serramentistica . Esso infatti definisce le nuove modalità di calcolo della prestazione energetica e i nuovi requisiti minimi di efficienza per i nuovi edifici e per quelli sottoposti a ristrutturazione e a riqualificazione energetica. Rispetto alle disposizioni legislative attualmente vigenti il decreto inseverisce gli standard energetici minimi per gli edifici nuovi e per quelli ristrutturati, ottimizzando il rapporto costi/benefici degli interventi, per arrivare a realizzare gli Edifici a Energia Quasi Zero previsti dalla Direttiva 2010/31/UE.
 


UNI 7697 "CRITERI DI SICUREZZA NELLE APPLICAZIONI VETRARIE", VETRI-ANTI-INFORTUNIO

Questa normativa indica i criteri per la scelta dei vetri da utilizzare in funzione della particolare destinazione d’uso assicurando i requisiti minimi di sicurezza dell’utenza, inoltre viene fissato un criterio per classificare le differenti tipologie di vetrazioni. Questa normativa viene richiamata nei requisiti indicati da Decreto Legislativo del 6 settembre 2005, numero 206 Codice del Consumoa norma dell’articolo 7 della legge 29/07/2003, numero 2009 relativa alla sicurezza generale dei prodotti. 

 

Normativa Vetri      
Scarica il modello in Pdf Scarica il modello in Pdf Scarica il modello in Pdf Scarica il modello in Pdf
Scarica il modello in Pdf Scarica il modello in Pdf Scarica il modello in Pdf Scarica il modello in Pdf
Scarica il modello in Pdf